» SOA

Quadro informativo completo e sintetico sull’Attestazione SOA

Scopo di questa pagina è di offrire un compendio sintetico e riassuntivo di tutti gli elementi peculiari riguardanti la SOA: come la si ottiene, chi la rilascia, quanto costa, quanto tempo occorre, quali requisiti bisogna dimostrare e come li si comprova, a cosa serve, quanto dura, possibilità di cedere o acquisire un’Attestazione da altre imprese, etc.

Per affrontare tutti gli aspetti in modo più esauriente, raccomandiamo comunque di partire dalla homepage ed affrontare, uno alla volta, tutti gli argomenti nel dettaglio, compresi gli approfondimenti proposti 

Cos’è l’Attestazione SOA
La SOA è una certificazione necessaria e sufficiente affinchè un’impresa di costruzioni possa qualificarsi ad una gara d’appalto, in quanto essa comprova il possesso dei requisiti necessari ad affrontare l’esecuzione di opera pubblica di un determinato importo e tipologia.

Chi rilascia l’Attestazione
Appositi organismi (privati, ma assoggettati a vigilanza pubblica) detti Società organismi di Attestazione SOA, che a loro volta hanno dovuto qualificarsi per ottenere l’autorizzazione ad operare in tale ambito; essi, per legge, devono svolgere unicamente l’attività per cui sono stati costituiti e non possono ampliare l’offerta dei servizi nemmeno in ambiti direttamente pertinenti (consulenza appalti, sistemi qualità, etc.)

Quanto costa l’Attestazione
La tariffa di Attestazione varia in funzione della dimensione della stessa, quindi è connessa all’importo delle:

  • classifiche di Attestazione, ovvero l’importo massimo dell’opera che l’impresa potrà appaltare e per il quale ha dimostrato di avere appaltato in passato commesse in quantità ed importo adeguato
  • categorie di opere, ovvero i settori di attività (strade, edilizia, impianti, verde pubblico, etc.) in cui l’impresa è attiva ed ha accumulato sufficiente esperienza, anche i questo caso, dimostrata con la presenza di uno storico di importo adeguato
La legge fissa le tariffe minime da addebitare alle aziende, lasciando facoltà agli Organismi di Attestazione di imputare costi fino al massimo della tariffa minima. Per calcolare il costo di Attestazione, è possibile fare riferimento alla pagina relativa ai costi.

Quali requisiti occorre dimostrare per ottenere la SOA
L’Attestazione SOA garantisce alle Pubbliche Amministrazioni che l’impresa abbia tutti i requisiti necessari ad affrontare l’esecuzione di un lavoro pubblico, dato che l’impresa intestataria della stessa ha dovuto dimostrare agli organismi di Attestazione:

  • sufficiente esperienza pregressa nell’esecuzione di opere della medesima tipologia ed importo;
  • la presenza di un organico medio sufficiente a garantire la buona gestione del lavoro;
  • una dotazione di attrezzature di cantiere sufficiente ad affrontare operativamente l’appalto;
  • la regolarità del versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali, oltre che la regolarità della situazione tributaria;
  • l’assenza di sentenze attinenti la moralità professionale a carico degli amministratori e dei direttori tecnici;
  • l’inesistenza di inadempienze per grave colpa, di pregresse false dichiarazioni e di errori gravi nell’esecuzione delle opere pubbliche;
  • patrimonio netto positivo, per le società di capitali
  • presenza di idonea direzione tecnica
  • adempimento d i tutti gli obblighi cogenti di legge (lavoro dei disabili, d.lgs 231, sicurezza, etc.)

Con quali documenti si dimostra il possesso dei requisiti agli Organismi SOA 
Benché ogni Organismo possa personalizzare l’elenco dei documenti necessari e/o la modalità di dimostrazione dei requisiti e nonostante essa possa sensibilmente variare in funzione della categoria di attestazione, della tipologia dell’azienda richiedente, etc., in line di massima occorre:

  • un Certificato di Iscrizione al Registro Imprese della CCIAA, completo di attestazione antimafia e stato di vigenza (menzione di non fallimento)
  • una o più Lettere di Referenza Bancaria generica, rilasciate dagli istituti bancari con cui si è soliti operare
  • un Certificazione dei carichi pendenti risultanti al sistema informativo dell’anagrafe tributaria dell’Agenzia Entrate, completo delle violazioni che non risultano ancora definitivamente accertate
  • i cinque documenti di reddito (Modello Unico e/o Bilancio) relativi al periodo di riferimento, completi del documento che ne comprova la presentazione a seguito di approvazione
  • registro dei cespiti ammortizzabili relativo al periodo di riferimento, eventualmente corredato dalle copie delle fatture di leasing, con relativo contratto, o noleggio occasionale e copia del registro IVA
  • le attestazioni mensili del versamento contributivo INPS, relative ai mesi ricadenti nel periodo di riferimento
  • copie dei documenti di identità e dei titoli di studio dei legali rappresentanti e dei direttori tecnici (oltre ad eventuali soci di società di persone o altri soggetti da controllare)
  • una serie di dichiarazioni sostitutive di atto notorio
  • ulteriori documenti da presentare in casi specifici

Proprio perché ogni Attestazione rappresenta un caso a sé stante, così come ogni realtà imprenditoriale è improntata in modo sostanzialmente differente, è consigliabile interpellare un consulente che sia in grado, in primis, di verificare la sussistenza di tutti i requisiti necessari e, soprattutto, che provveda ad indicare con precisione ciò che sia realmente necessario e in che modo dimostrare i requisiti, accompagnando l’impresa sino all’ottenimento dell’Attestazione. Nella stragrande maggioranza dei casi, il consulente verrà retribuito dalla SOA e pertanto non rappresenterà un costo aggiuntivo per l’impresa richiedente.

Proassist Bologna